Podere Pantaleone - Ceas - Unione della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
 
Sei in: Home  / Proposte didatt...  / Podere Pantaleone  

Podere Pantaleone

 
Podere-Pantaleone
 

Scopri l'offerta formativa del Podere Pantaleone

Il Podere Pantaleone  è situato a un km dal centro di Bagnacavallo lungo la via omonima, laterale di via Stradello. Proprietà del Comune di Bagnacavallo, dal 1989 è Area di Riequilibrio Ecologico e dal 2006 Sito di Interesse Comunitario. Nell’oasi dopo l’abbandono della coltivazione a piantata della vite, la natura si è sviluppata spontaneamente negli ultimi 70 anni, dando vita a un habitat di grande interesse paesaggistico.

Al suo interno si trovano la flora e la fauna tipiche della Pianura Padana almeno fino al dopoguerra. Alberi come pioppo nero e bianco, acero campestre, farnia, olmo, salice e ciliegio; arbusti che formavano le antiche siepi come biancospino, prugnolo selvatico, spino di gatta, rosa canina. Poi tanti fiori spontanei che l’uso di erbicidi ha reso ormai introvabili: gladiolo dei campi, specchio di Venere, fiordaliso, fior d’Adone, gittaione, speronella, piè di gallo.

L’habitat del Podere Pantaleone è ideale per animali di ogni tipo: mammiferi, anfibi, rettili, invertebrati. Per gli uccelli, poi, è un vero paradiso ed è il luogo ideale per la nidificazione, la ricerca del cibo e zona di rifugio per molte specie, tra cui sparviere, lodolaio, usignolo, upupa, gufo, assiolo.

L’area è stata di recente dotata di numerose nuove installazioni: vari pannelli didattici; cassette-nido per insetti, uccelli e pipistrelli; gioco dei fiori parlanti; pompa eolica; nuovi cartellini degli alberi dedicati ai bambini. Inoltre lo stagno delle libellule è stato sistemato inserendovi, attraverso il Progetto Rivivrò, piante acquatiche e animali rari ed è stato creato un campo di grano con fiori di una volta.

La sede operativa comprende anche il Museo Naturalistico “Pietro Bubani” , collocato in tre sale al piano terra dell'ex convento delle Cappuccine, che ospita il Museo Civico delle Cappuccine. Inaugurato nel 1985, è stato rinnovato nelle esposizioni nel 2000 con la realizzazione di alcuni diorami (come quello sul Podere Pantaleone e sugli animali alloctoni) e l’acquisizione di nuovi materiali (es. un uovo di dinosauro). I reperti esposti riguardano le diverse discipline naturalistiche: geologia, paleontologia, botanica, zoologia, e fanno parte della collezione: minerali, fossili, semi e legni, conchiglie, crostacei, insetti, rettili, anfibi, uccelli e mammiferi raccolti soprattutto in Romagna. Ha prevalenti finalità didattiche collegate alle attività di divulgazione.

 

Apertura :
L’oasi Podere Pantaleone è aperta liberamente al pubblico da aprile a giugno e in settembre-ottobre la domenica e nei giorni festivi, ore 14:30-18:30 (aprile-maggio, settembre-ottobre); 15:30-19:30 (giugno).
Aperto tutti i giorni su prenotazione per scuole e gruppi per visite guidate e laboratori.
Il Museo Naturalistico, presso il Museo Civico delle Cappuccine, è aperto tutto l’anno (chiuso lunedì). Apertura invernale: feriali 15.00-18.00, festivi 10.00-12.00e 15.00-18.00.
Apertura estiva: feriali 16.00-19.00, festivi 10.00-12.00 e 16.00-19.00.
Per info e prenotazioni: Associazione Lestes (Roberto Fabbri) 347.4585280 o inviare una mail a eco.fabbri@gmail.com
Note:  le attività sono gratuite per le scuole dell'Unione della Bassa Romagna, fino ad esaurimento del monte ore a disposizione.

 

OFFERTA DIDATTICA